Carrello
















© Copyright 2020. vladislay.it - Tutti i diritti riservati. Twitch - Youtube - Telegram
Brutta recensione del film l’uomo invisibile del 2020
  /  Blog   /  Recensione Film   /  Brutta recensione del film l’uomo invisibile del 2020

Brutta recensione del film l’uomo invisibile del 2020

Comincio a prenderci gusto a fare le recensioni di film o di anime, anche se questo dovrebbe essere la seconda che creo. Il film che vi recensirò con tanto amore è l’uomo invisibile del 2020, di contenuti che riguardano l’uomo invisibile. Ad esempio abbiamo le avventure di un uomo invisibile, l‘uomo senza ombra, poi non ci dimentichiamo di quello che è presente nel film, la leggenda degli uomini straordinari e ovviamente, non potevano mancare i libri.

Purtroppo lo devo ammettere, mentre sto scrivendo sto guardando pezzo per pezzo questo film, è una bellezza incredibile oh, sembra quasi di vedere il film insidius o the conjuring, per tutti quei momenti che si accendono cose, si spostano cose e jump scare da 3 centesimi.

Comunque già vi avviso, i personaggi sono bruttissimi specialmente la protagonista, non so perché è stato odio a prima vista. Comunque il film inizia in questo modo, c’è questa tizia che vive in una super villa, una di quelle ville che io potrei avere solo su THE SIMS! Questa si sveglia come se volesse andare a cagarellare ma, non può perché c’è suo marito che la sta abbracciando. Tutto qui ci potrebbe stare, una cosa carina se ti abbracciano. Comunque questa si alza e cerca di fare il meno rumore possibile, disattiva telecamere, allarmi, libera il cane, fa casino con la scodella del cane, ah… durante la liberazione del cane, questo cagnaccio fa suonare l’allarme della macchina colpendo la macchina col culo.

Non avevate capito che la tizia voleva scappare? Bene, ora lo sapete. Riesce a scappare dopotutto, salta un bel muretto e si fa una scampagnata nei boschi. Compare una macchina in lontananza, si nota un sorrisetto e questa entra senza verificare chi fosse o chi non fosse, a quando pare ha avuto un culo enorme, non era il tizio da cui scappava (che era il marito con una super villa e chissà con quanti ZOOOORDI), ma bensì è la sorella.

Questa entra nella macchina e fa domande del tipo “cos’è successo? perché? quando? chi e dove?” e giustamente questa le risponde di muovere il culo perché sennò so cazzi, sta sorella idiota ovviamente non lo capisce e dopo 10 minuti se ne convincere, anche perché il tizio “Adrian”, sfonda il finestrino della macchina per tirarla fuori.

Comunque è tutto un casino, questa si nasconde a casa di un poliziotto, ha paura di uscire giustamente, se caga in mano quando ci prova e un tizio che fa ginnastica va per cazzi suoi, poi un bel giorno ricevo la bella notizia, è morto Adrian!

Questa con la sorella va a leggere il contratto di eredità, per i soldi vanno tutti di corsa ovviamente, ma penso anche io farei cosi. Comunque sia, questa riceve un botto di soldi per un tot di anni, ovviamente fa regali come se li avesse meritati quei soldi, ma ci starebbe pure un regalino alla famiglia che ti ospita, ma porca PUTTANA! 10.000 dollari di donazione ogni mese alla figlia del poliziotto, MA SEI PAZZA? Dalli a me…

Ma poi succedono cose strane in casa, oggetti che si spostano, rumori strani, cagarelle fuori posto, oggetti che scompaiono, figure di merda fuori e dentro casa. Che io ad un certo punto ho messo pausa al film e ci stavo rinunciando, e mancavano ANCORA 1 ora e 30 di film e io ne avevo solo visto 30 di minuti.

Un bel giorno, Cecilia… ecco mi ero dimenticato di scrivere il nome della protagonista, oltre a essere brutta di persona ha anche brutto il nome, che culo. Comunque, Cecilia viene convocata per un posto di lavoro di architettura, il capo le chiede di mostrargli un lavoro fatto da lei e lei bella felice mette una valigia sopra la scrivania, lo apre e wololooo, vuoto. Fa na figura di merda, sviene dalla figura di merda e finisce in ospedale, che a quando pare lo svenimento è stato causato dal diazepam, non so cosa sia.

La donna va in depressione e si mette a piangere, arriva la figlia del poliziotto a consolarla e come compenso ricevere un ceffone, ma non da cecilia, ma dall’uomo invisibile e ovviamente tutti danno la colpa e lei.

Cecilia decide di andare nella sua vecchia villa, cioè la bella casuccia di Adrian, e in una stanza segreta dove questo lavorava trova una tuta che lo rende invisibile, alla faccia di Ghost Recond, questi si che hanno avuto una bella idea. Prende la tuta e lei con gentilezza decide di nasconderlo, poi chiama la sorella per chiarire e smascherarlo durante una cena e boom, lui sgozza la sorella e questa viene portata all’ospedale.

Il giorno seguente viene portata a fare un interrogatorio, personalmente, con tutte le espressioni che ha fatto, io la avrei già rinchiusa da un pezzo, comunque sia, non ve voglio di nulla, anche perché poi finisce che scrivo tutto il libro e amen!

Esito finale, sto film è na merda.

Il mio nome è Daniele e sono un creatore di contenuti su Youtube e streamer su Twitch. La mia passione è quello di catalogare contenuti videoludico e anime sui siti web, oltre a questo mi piace creare contenuti grafici da utilizzare su Youtube e Twitch. In parole povere sono un catalogatore e anche grafico.

vladislay01@gmail.com

Add Comment