Hogwarts Legacy – Recensione

E abbiamo anche Hogwarts Legacy sia come materiale da recensire e sia per fare live e completare la WikiGames (se tutto va bene). Inutile spiegare dove si ambienta il gioco e cosa succede e cosa si fa e cagate varie.

Ma visto che non posso concludere la recensione scrivendo solo due righe dobbiamo spiegarlo per forza. Hogwarts Legacy è ambientato più o meno nel 1800, siamo i soliti fortunati prescelti che abbiamo tutto noi, siamo praticamente delle leggende viventi già dal primo momento di gioco, che fortuna, mai una volta che sei un zappatore e sei tu lo sfigato che devi aiutare e dare delle missioni ai leggendari.

Stiamo divagando un po’ troppo, quindi torniamo seri per un momento.

Hogwarts Legacy è uno di quei giochi che ingrossano così tanto che ti auto-convinci che sarà il gioco del mese, anno, secolo… immortale, e poi fanno le figure di merda e le rimandano per qualche mese, per sei mesi, per qualche anno e poi finalmente esce. Esce… prima su console PlayStation… e poi partono le 56 ore in accesso anticipato su Steam.

Ora vi spiego cosa in realtà è successo quando è uscito il gioco e su questo purtroppo non posso far a meno che criticare tutti e tutto. Con Hogwarts Legacy c’è il leggendario accesso anticipato di 72 ore in caso lo pre-ordinavi, io l’ho fatto e ho preso la Deluxe Edition invece della Standard Edition, perché volevo farmi tanto bellino col vestitino e il cavallino scheletrico.
Come per magia il gioco è comparso PRIMA su PlayStation, e non credo che sia questione di disco da parte di venditori ma penso proprio che sia merito di quei figli di puttana della casa madre che ha mandato chiavi per l’accesso MOLTO anticipato.
La cosa divertente poi, che il gioco su Steam doveva sbloccarsi tipo alle 19:00, ma poi si è sbloccato miracolosamente verso le 20:40. Mai più pre-order e cose simili. (80 € cit.)


Ora facciamo la nostra recensione, dopo lo sfogo ora possiamo iniziare.

Non so nemmeno quante volte ho visto questa parte durante l’accesso anticipato solo per i possessori della PlayStation, però poi non sono andato oltre. La personalizzazione del personaggio è una delle opzioni che mi interessavano, poiché mi piace molto modellare a mio piacimento un personaggio che dovrà stare con me per tutta la durata del gioco e invece, hanno pensato bene di metterci dei modelli e la possibilità di aggiungere qualche extra, come un neo, lentiggini e qualche graffio in giro.

La personalizzazione del personaggio non è la cosa più importante del gioco, importante è che funzioni tutto e che possa in qualche modo incollare il giocare sulla sedia o per terra e far divertire.

Hogwarts

  • Non è realmente grande come avevano promesso nella presentazione. Almeno non come viene presentato nei film o sui libri di Harry Potter (che in qualche modo ho letto).
  • Alcune statue si fanno i dispetti e il fatto che siano animati mi sta bene.
  • I quadri sono tutti uguali, spesso capitano che ci siano dei gemelli vicino. E alcuni quadri nascondo dei personaggi che abbiamo avuto modo di vedere nei film.
  • Il soffitto della sala grande (dove si mangia) non è spettacolare come viene descritto nei fogli che trovi e personalmente, fa cagare.
  • Le scale dispettose, non sono per niente dispettosi… e che cavolo, volevo che mi intrippassero il cervello salendoci.
  • Non è tutto accessibile da subito, e ci può stare. Ma mettere un lucchetto per il percorso dell’infermeria non ha alcun senso logico.
  • Non ci sono molti segreti a cui puoi accedere da subito o per caso, anche se… per caso mi è capitato di cliccare su una statua che guarda caso era un passaggio segreto che ti portava a Mielandia.
  • Andare in giro di notte? Non ti causerà alcun problema.

Attività e Lezioni

  • Non è assolutamente vero che puoi andar a lezione per migliorare le tue abilità con la magia.
  • Non ci sono lezioni di altri studenti mentre vai in giro.
  • Non trovi professori che spiegano delle cose agli studenti.
    • Non trovi nemmeno i professori che vagano a caso per la scuola, li trovi sempre nella loro classe a farsi le seghe.
  • Le attività nelle scuole sono… inesistenti. Compaiono solo quando devi fare quella determinata missione.

Minigiochi e Puzzle

  • Puzzle numerico. All’inizio può risultare veramente difficile capire come funziona, ma una volta trovato la soluzione è facilissimo, anche se è più impegnativo questo che quelli su Forspoken.
  • Merlino. Carino anche se non puoi avanzare se non hai determinati incantesimi e ci può stare. Ma una volta sbloccato il gazebo non serve più a niente.
  • Cubi sulla piattaforma. Ecco… come sta il titolo, metti il cubo sulla piattaforma e ci lanci l’incantesimo che sta disegnato sotto. Wow… difficile, wow… wow… 55 €.
  • Telescopio e niente, guardi e allinei le stelle. Stop.
  • Lo scassinare è l’unico minigioco disponibile oltre a quello serpentese.
  • Il minigioco presente a pozioni e erbologia non si possono eseguire fuori dalla missione, peccato… mi piacevano.

Missioni principali e secondarie

  • Non sono malacci le missioni secondarie, sono solo fastidiosi gli NPC che ti ci mandano.
  • Le missioni principali sono carine ed è anche l’unico momento dove puoi vedere un cambio di espressioni degli NPC.

NPC, Negozi e Doppiaggio

  • I negozi sono aperti 24h al giorno, nessuno dorme, nessuno mangia e nessuno scompare per qualche giorno. E di solito nei GDR questo genere di cose accadono, ma in Hogwarts Legacy questo non sarà possibile.
  • I negozi venderanno sempre la solita roba e allo stesso prezzo. Ovviamente acquisteranno sempre e solamente, vestiti. Il prezzo varia dalla rarità e non ci sono modifiche nemmeno se quel vestito è leggendario e magari ha una bella resistenza ai maghi oscuri, niente… lo venderai sempre a 200 galeoni.
  • Il doppiaggio in alcuni casi… fanno schifo. Meglio sentirlo in giapponese.
  • Le espressioni facciali degli NPC sono praticamente vuoti e in alcuni casi fanno azioni che non sono in linea nel contesto.

Foresta proibita, borghi e camera delle necessità

  • Dove sono i mostri, le bestie… e tutto quello che dicevano nei film nella foresta proibita?
  • Ci sono solo ragni, qualche cane, qualche troll e qualche mago oscuro, niente di che.
  • I borghi sono uguali a tutti gli altri, solite case, soliti disperati, soliti mercanti… soliti.
  • Carina la possibilità di allestire la camera delle necessità e una volta sbloccato gli animali si possono fanculizzare i mercarti. Ah no, non puoi. Non puoi vendere le cose a Hogwarts, quindi devi per forza andare da un mercante e vendere le cazzate.

Magie, animazioni e grafica

  • Le magie le puoi sbloccare solo seguendo le missioni, non andando a tuo interesse o curiosità a lezione come avevamo immaginato.
  • Le animazioni di esecuzioni di magie o mentre si vola su una scopa o animale sono fatte abbastanza bene.
  • La fisica su oggetti fa leggermente cagare, spesso è capitato di vedere il mio personaggio con una gonna mentre era il mantello che si era messo avanti.
  • Le animazioni di oggetti animati, tazzine, picconi e altro sono fatte bene, ma noiosi… poiché non variano.
  • Le animazioni di quadri e statue sono fatte bene, ci sono alcuni che eseguono veri e propri litigi, alcuni quadri dialogano rivelando alcune cose presenti nei film.
  • La grafica… ci sta, nulla di cosi spettacolare.
  • Gli effetti delle magie sono belle.

Ottimizzazione e prezzo

  • Il gioco presenta problemi vari sia a Hogwarts che in giro per il mondo. Purtroppo ci sono pochissime aree dove non scatticchia, lagga e fa saltare i nervi.
  • Solo una volta mi è crashato.
  • Ottimizzazione merdosa, purtroppo. Speriamo che rilascino qualche patch il prima possibile.
  • Per 55 € alla Deluxe Edition ci sta, strano che non lo abbiano messo a 100€, forse perché non hanno incluso i futuri DLC? (se ci saranno).

Conclusione

Se non ci fossero così tanti problemi di stabilità con il gioco avrei sicuramente sorvolato il fatto che non sia un vero GDR, ma il solito cazzo di gioco lineare che ti manda al punto A e vai al punto VAFFANCULO, ecco.

Se proprio lo volete, o lo scroccate o lo comprate tramite il mio link su Instant Gaming, che poi, come gioco non è malaccio anche se ho passato quasi tutto il tempo a cazzeggiare in giro per potenziarmi, visitare le aree, anche se laggava un botto.

Però, mi sono divertito e sicuramente più di Forspoken. Voto 11 su 5

Dove condividere
0
0
0
0
0
0
0

© 2018 Vladislay.it. Tutti i diritti riservati.

Il contenuto di questo sito, compresi testi, grafica, loghi, icone, immagini, clip audio e video, è di proprietà esclusiva di Vladislay.it, salvo diversa indicazione. È vietata la riproduzione, distribuzione, modifica o utilizzo non autorizzato di qualsiasi parte del sito senza il consenso scritto di Vladislay.it.

Tutti i marchi, nomi commerciali e altri segni distintivi presenti su questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

Il presente avviso di copyright è soggetto a modifiche senza preavviso. Si prega di consultare regolarmente questa sezione per eventuali aggiornamenti.

Per qualsiasi domanda riguardante i diritti d’autore o l’utilizzo del contenuto di questo sito, contattaci .

Grazie per rispettare i nostri diritti d’autore.