Starfield – La mia recensione e valutazione

Finalmente mi sono deciso di fare questa recensione, che è anche la più attesa dai miei fan. Incredibile, ho dei fan. Per prima cosa diciamo che Starfield è un gioco di Bethesda e questo già dovrebbe dire molto. Di solito per recensire un gioco ci metto poco tempo, spesso sono giochi che valuto subito se fanno schifo o meno, con Starfield ho deciso di dedicargli più tempo, proprio perché è di Bethesda e posso dire che ho adorato sia Skyrim che Fallout 4.

Quando annunciarono Starfield erano tutti eccitati, perché sarebbe dovuto essere un ammazza No Man’s Sky, un altro gioco che è partito come Starfield e Cyberpunk e poi è diventato un bel gioco, solo che Starfield non ci riuscirà a parer mio, non diventerà un bel gioco.

INDICE

Poiché ho scritto molto, ho deciso di lasciare un indice che vi porterà direttamente all’argomento. Ciao!

Hype spropositatamente senza senso

Dietro il gioco Starfield vi è nato un hype incredibile, tutti erano eccitati e non vedevano l’ora di poterlo giocare e giustamente avevano ragione. Per ciò che avevano mostrato durante gli eventi di videogiochi, sembrava proprio che Bethesda si fosse superato, e invece mi tocca fare una recensione abbastanza negativa, purtroppo.
L’hype spropositato l’hanno iniziato i creatori del gioco con la presentazione, ma poi l’hanno alimentato noi fan e quei maledetti influencer del cavolo.

Come si presenta il gioco

Starfield si presenta come l’ammazza No Man’s Sky solo perché puoi viaggiare con la navicella, esplorare gli universi, i pianeti e raccogliere risorse durante il tragitto. Diciamo che ci hanno azzeccato per poco, si sono dimenticati che su No Man’s Sky esiste anche il terraforming, la distruzione di un intero pianeta, la possibilità di esplorare i pianeti senza il caricamento, esplorare i pianeti stando sulla propria astronave. Ovviamente mi sono anche trattenuto, la lista sarebbe anche lunga.

Gli NPC e Fazioni

Una delle tante cose che odio in Starfield sono le espressioni faccia e in generale TUTTI gli NPC presente nel gioco. Non so voi, ma io quando gioco guardo sempre in faccia agli NPC, qualsiasi gioco sia, ho questo pallino automatico di guardarli. Starfield mi da l’effetto opposto, cerco di non guardarli mai, li odio, odio la loro faccia sempre sorridente, sempre drogata, sempre STUPIDA, li odio, odio chi ha fatto questo lavoro DI MERDA, tu che hai modellato queste facce, sei inutile, fai estremamente schifo. Una cosa dovevi fare porca miseria.

Oltre alle espressioni facciali avrei da ridire anche sui movimenti, su come si muovono, come corrono e come interagiscono con te e altri NPC. Se siamo abituati troppo bene con Skyrim e Fallout 4, su Starfield possiamo essere sicuri che sembra di giocare ad una versione alpha, con NPC e altre cose da programmare meglio. Quando un NPC parla con un altro NPC, ti aspetti che risponda in modo adeguato al contento, ma certamente questo non succede più delle volte su questo gioco, sembra invece che uno parli di “A” e l’altro parli di “F”, ma vaffanculo.

Un’altra cosa che ODIO è la telecamera dei dialoghi, mi spiegate perché dovrei concentrarmi sulla faccia di un NPC drogato che magari non sta nemmeno parlando con me, perché dovrei vedere l’NPC che guarda da un’altra parte e in quel momento sta parlando con noi. Ma fate come su Skyrim, Fallout 4 e tutti gli altri giochi, dove tu vai per i cazzi tuoi e gli NPC parlano a vuoto.

Le Fazioni forse forse sono quelli che si salvano un pochetto, almeno qui sanno che ti devono odiare e devono odiare anche gli altri, quindi se ti trovi a vedere due fazioni che si sparano non preoccuparti, appena ammazzerai solo UNO random di loro stranamente tu diventi il loro unico bersaglio. Grande Bethesda, grande.

Se su No Man’s Sky eravamo abituati a vedere veri Alieni, su Starfield l’unico alieno sei tu, esatto, stesso gli umani ti danno dell’alieno! Mentre sui pianeti gli alieni sono i soliti insetti di merda, magari un po’ cresciuti e qualcuno di questi vola anche. Ma poiché non ho esplorato molti pianeti, non so proprio se ci sono alieni umanoidi.

Building della nave e avamposto

Una cosa che mi è piaciuto di Starfield è la possibilità di personalizzare la propria nave che possiamo utilizzarlo in modi diversi. Questo vuol dire che possiamo magari rendere la nostra nave un cargo, quindi ci mettiamo tutte le stronzate dentro e andiamo in svariati sistemi solari a venderli, o possiamo rendere la nostra nave l’arma di distruzione di massa o una cosa centrale, come ho fatto io.

Purtroppo al momento la mia nave non è il massimo, non gli ho dato manco un nome perché me lo sono dimenticato. Ma appena riesco a sbloccare alcune ricerche, alcune abilità potrò finalmente crearmi un colosso di nave dove potrei perdermici dentro.

Una cosa che mi dispiace riguardo al building e alla gestione della nave. Non hai il personale che realmente si mette al lavoro in caso di danni, non puoi mandarli a raccogliere materiali o dargli qualche navicella per vendere cose e altro. Peccato.

Riguardo gli avamposti posso dire che, fa schifo. Avrei voluto personalizzare un po’ tutto per conto mio. Su Fallout 4 avevi la possibilità di lavorare veramente, ti procuravi la roba, costruivi il palo e cominciavi a realizzare che so, l’officina, un percorso dove camminare, una casa, un labirinto per far impazzire te o i nemici. La libertà di building è molto limitato, ma è abbastanza fattibile se volete crearvi una base immensa. Io ci sono riuscito e mi sono perso dentro gli edifici.

Armi e le rarità

Non ho nulla da dire riguardo le armi presenti nel gioco. Mi piace il fatto che puoi personalizzarli, anche se molto limitato in confronto a Fallout 4. Mi sarei aspettato una “gunsmints” più avanzato, non dico al livello di Ghost Recon Wildlands, Future Soldier e l’altro che non ricordo il nome. Ma come minimo datemi la possibilità di aggiungere più componenti, la possibilità di unire accessori, più libertà di fantasia e che diamine.
Io adoro anche il livello di rarità, ma purtroppo su Starfield è ridotto veramente all’osso. Abbiamo il livello classico, raro, epico e leggendario. Dove sono finiti la rarità unico e esotiche? Mah…

Pianeti e sistemi solari

Per raggiungere un pianeta dovete per forza atterrare, non potrete mai arrivarci manualmente. Esiste una barriera che non ti fa danno, ma non ti fa avanzare e tu praticamente rimani fermo. Molto deludente questo genere di cose, io che sono abituato a farmi a piedi le aree di gioco avrei gradito moltissimo questo sistema di viaggiare.

La prima cosa che ho fatto cazzeggiando con la navicella è quello di trovare la nostra terra, inutile dirvi che sembra di esser atterrato su una pallina da golf, decisamente molto piccolo. Poi non so, si sarà ristretto durante sti anni di assenza.

La flora, la fauna e i minerali si trovano spesso su tutti i pianeti, ovviamente dobbiamo anche usare un po’ il cervello e controllare in anticipo se su quel pianeta c’è ciò che serve per far vivere degli alieni. E ovviamente la scansione ti dice anche se ci sono, che poi più migliori la scansione come abilità e più hai informazioni su tutto.

Però una cosa che più odio nei videogiochi è il riciclaggio. Mi è capitato di trovare avamposti nemici con lo stesso contenuto, con la stessa missione, con lo stesso di TUTTO PORCO CANE.

Missioni

Le missioni principali forse forse sono quelle più interessanti, ma ovviamente senza portarsi dietro gli NPC del cavolo. Le secondarie servono solo se proprio ti rompi il cazzo di giocare e magari non hai una ceppa da fare, però è utile anche per andare in giro, per esplorare e magari trovarci le armi buone.

Menu e interfaccia di gioco

Fa schifo tutto. Per fortuna esistono le mod per questo. Non posso certamente scrivere che fa schifo e basta, devo anche dare dei motivi del perché lo penso.

Con tanti giochi che ho visto Starfield ha l’interfaccia di gioco e il menu più brutto, ovviamente non ho incluso i giochi indie, quelli fatti da una persona o due. Qui parliamo di un’azienda videoludica, con gente che lavora o che si fa le seghe invece di lavorare.
Un gioco come Starfield come minimo avrebbe dovuto lavorare molto sull’aspetto grafico, ciò che ha fatto con i suoi precedenti giochi, perché con Starfield non si sono impegnati? L’interfaccia di gioco non si può dire niente, nemmeno gli altri giochi avevano cose aggiunte e personalmente, non mi sarei aspettato che facessero diversamente, ma per fortuna esistono i modder.

Modalità di gioco

Per modalità di gioco intendo anche l’inserimento di alcune azioni che si possono eseguire, tipo hackerare, scassinare e derubare. Anche su questo aspetto si sono impegnati moltissimo poco, proprio niente hanno fatto anzi, scassinare le serrature anche a livello arduo risulta essere facile, non dico semplice perché può capitare di distruggere un dildo (ora non mi ricordo il nome dell’oggetto che si usa per queste cose). Derubare qualcuno forse è un pochettino più complicato, visto che l’interfaccia di gioco non ti fa andare in pausa come su Skyrim e altro, qui compare il “menu rapido”, quello che serve per prendere le cose subito, senza dover aprire cassetti e cose simili.

Un po’ na merda anche questo, povero me.

Però una delle modalità di gioco che più ho apprezzato e che dopo moltissimo diventa anche monotono e noioso, è l’abbordaggio delle navi, che siano di persone per bene o di cattivoni, non importa, se gli distruggete i motori e lo agganciate con “E”, vi esce la scritta di abbordare. Stesso comando viene usato per accedere alle stazioni e altre cazzate che sorvolano lo spazio.

La furtività va in po’ di merda, se solo uno ti vede anche quelli che sono lontani anni luce sanno che sei tu e ti sparano anche se non sei inquadrato, che cheater del cazzo.

Le ricerche probabilmente sono la cosa più pallosa del gioco, anzi no è tra le cose più pallose. Se non sbloccate questo non potete certamente avanzare nel gioco, le armi faranno cagare, la tuta e il casco anche, quindi… dateci dentro sempre se volete giocare senza problemi.

Risorse e materiali

Le risorse si possono trovare in tutti i mondi, con questo non possiamo dire nulla e se vediamo che ci sono due o tre risorse nascoste non vi preoccupate, se potenziate l’abilità dedicata alle scansione potete forse vederne di nuovi, importante che fate la scansione nuovamente.

Una cosa che mi ha fatto storcere il naso è la quantità di oggetti che si possono trovare in giro, anche il cibo ne sta tantissimo e non mi lamento, potrei mettermi a venderlo e diventerei ricchissimo e vaffanculo alla missione principale.
Purtroppo, con gli oggetti che riusciamo a prendere ci possiamo fare… niente, non possiamo smantellarli e magari recuperare materiali come su Fallout 4, qui li potete o collezionare o venderli o tenerli da qualche parte, il mio consiglio è quello di tenervi quelli carini e vendere il resto. Anche se io porello, sono un collezionista accanito ho ancora le carte da qualche parte.

Occhi però ai materiali da contrabbando, non sapete in quale guerra mi hanno portato sti maledetti cosi, ora li ho tutti nascosti nel mio avamposto e rimarranno li fin quando non so come venderli e cosa fare.

Il chi vuoi essere

Bethesda ha presentato il gioco come un super open space, altro che open world e cose varie, purtroppo non è nulla di tutto ciò poichè c’è la limitazione da parte di una barriera. Ma vediamo un po’ sul chi possiamo essere. Ci hanno detto che possiamo intraprendere qualsiasi strada che vogliamo e molto probabile hanno ragione, ma non credo che lo scoprirò mai, avendo preso il Game Pass il mio tempo su Starfield è limitato.

In fin dei conti secondo me è vero che puoi intraprendere la strada che vuoi, ma ovviamente, quasi tutto quello che vuoi fare richiederà del tempo. Personalmente ho pensato di fare il mercante ambulante come al solito e si può fare, basta che ti fai la navicella cargo e ci metti qualcosa sopra per difenderti e hai fatto, ovviamente anche questo comporta dei rischi, i pirati ti cercheranno sempre e il PC ti si fonderà perché il gioco è ottimizzato malissimo, mi gira meglio Cyberpunk a grafica alta che sto gioco a basso.

Creazione personaggio, abilità e amen

Le abilità presenti nel gioco sono interessanti, ma un po’ noiosi se siamo abituati a non fare un cazzo per avanzarli come su altri giochi. Qui per avanzare in qualcosa devi fare ad esempio 5 uccisioni, 20 o 2000 per arrivare al massimo e questo era un esempio. I tratti penso che non si possano cambiare e tutti aveva un effetto collaterale abbastanza noioso, chi ti metteva un pazzo alle calcagna, chi ti fa pagare un bordello di soldi per una casa e chi ti fa mandare dei soldi ai familiari, come se fossi divorziato.

Come editing del personaggio, non ho niente da dire perché sono rimasto senza parole. Ho più possibilità di modificare su The Sims a questo punto.

Conclusione

Avendo provato alcuni giochi di Bethesda posso confermare che questo Starfield è la merda in assoluto. Non credo che cambierò idea anche se in caso lo dovessi ottenere gratuitamente. Se dovessi comprarlo penso che aspetterei almeno che scenda di prezzo, 20 euro se tutto va bene e l’ho anche trattato bene, perché ne varrebbe 10 di euro.

Il gioco meriterebbe di più, le idee sono buone ma manca di profondità di contenuti, troppi oggetti senza interazione mi mettono, troppi oggetti che non puoi farci niente e il building è abbastanza rotto, non puoi inserire qualcosa che non puoi farlo girare come vuoi o si collega ad un altro oggetto, andrebbe rivisto.

La grafica non è male, anche se in realtà poco c’è da vedere, alcuni pianeti se sei fortunato hanno due materiali e in quel caso puoi anche andare via.

Conoscendo la Bethesda credo che non si impegneranno a sistemare il gioco, non faranno come coloro che hanno sistemato o migliorato No Man’s Skye o Cyberpunk che anche loro sono partiti di merda, ma poi sono diventati grandi e sono contento per loro, i giochi che sono ora li giocherei volentieri. Mentre per Starfield, non vedo l’ora che mi finisca il Game Pass.

Voto conclusivo: 2 / 5
(e sono stato gentile)
Dove condividere
0
0
0
0
0
0
0

© 2018 Vladislay.it. Tutti i diritti riservati.

Il contenuto di questo sito, compresi testi, grafica, loghi, icone, immagini, clip audio e video, è di proprietà esclusiva di Vladislay.it, salvo diversa indicazione. È vietata la riproduzione, distribuzione, modifica o utilizzo non autorizzato di qualsiasi parte del sito senza il consenso scritto di Vladislay.it.

Tutti i marchi, nomi commerciali e altri segni distintivi presenti su questo sito sono di proprietà dei rispettivi titolari.

Il presente avviso di copyright è soggetto a modifiche senza preavviso. Si prega di consultare regolarmente questa sezione per eventuali aggiornamenti.

Per qualsiasi domanda riguardante i diritti d’autore o l’utilizzo del contenuto di questo sito, contattaci .

Grazie per rispettare i nostri diritti d’autore.